fbpx

Confetti e confettata

Pubblicato da emma il

Confetti e confettata

I confetti e la confettata appaiono spesso negli eventi più importanti della nostra vita.

I confetti nella storia

Ma sapete l’origine di questa prelibatezza?
Si ha traccia di questa “caramella” già del 447 a.C. nell’antica Roma. Il dolce era diverso da quello che conosciamo oggi in quanto aveva un’anima di mandorla ma era ricoperto da miele e farina induriti.
Anche in questo caso erano protagonisti di eventi quali unioni e nascite.
Nonostante lo zucchero sia arrivato in Europa grazie agli Arabi nel 700 d.C. non fu accessibile a tutti e dobbiamo aspettare fino al 1400 d.C. per vedere il suo utilizzo nella produzione del confetto come lo conosciamo noi.

E’ stata Sulmona, una bellissima città sita in Abruzzo a iniziare la lavorazione e la tradizione di questo bon bon, tanto da essere riconosciuta oggi come la più antica fabbrica italiana di confetti.
Verso il XV secolo d.C., si sviluppò la lavorazione artistica dei confetti presso il Monastero di Santa Chiara. Con dei fili di seta venivano legati i confetti per decorare fiori, grappoli, spighe e rosari.
Durante il Rinascimento, in occasione dei festeggiamenti per i voti presi della monache e dai sacerdoti, venivano offerte agli ospiti delle coppe colme di confetti.
Da questo momento il confetto è ormai conosciuto e documenti storici ci informano che fossero molto apprezzati da Napoleone, Luigi XIV e dalla regina Elisabetta.

Grazie alla letteratura francese del XIV secolo sappiamo che iniziarono a diffondersi confetti al sapore di rosa, muschio e violetta. In Italia, poeti e scrittori come Manzoni, Leopardi, Carducci, Verga, Pascoli e D’annunzio hanno citato i confetti come dolci che arricchiscono pranzi importanti e cerimonie solenni.

I colori dei confetti

Oggi i confetti sono rimasti dei dolci amatissimi tanto da non mancare mai neanche nei tanti eventi che scandiscono la nostra vita e addirittura li “vestiamo” di un colore diverso:
⚜️Azzurro per celebrare la nascita e il battesimo di un bambino
⚜️Rosa per celebrare la nascita e il battesimo di una bambina
⚜️Variopinti per celebrare un compleanno
⚜️Bianco per celebrare un sacramento (prima confessione, prima comunione, cresima, matrimonio), le nozze di Diamante (60° anniversario)
⚜️Verde per celebrare un fidanzamento
⚜️Rosso per celebrare una laurea
⚜️Beige per celebrare le nozze di porcellana (15º anniversario)
⚜️Giallo per celebrare le nozze di cristallo (20º anniversario)
⚜️Argento per celebrare le nozze di argento (25º anniversario)
⚜️Acquamarina per celebrare le nozze di perle (30º anniversario)
⚜️Blu per celebrare le nozze di zaffiro (35º anniversario)
⚜️Verde per celebrare le nozze di smeraldo (40º anniversario)
⚜️Oro per celebrare le nozze d’oro (50º anniversario)
⚜️Avorio per celebrare le nozze d’avorio (55º anniversario)
⚜️Nero per celebrare un lutto.

Quanti confetti dare?

Capita spesso che le spose mi chiadano quanti confetti si mettano nelle bomboniere. Le regole sono poche perché i confetti devono essere sempre regalati in numero dispari 3 o 5 perché il numero dispari rappresenta l’indissolubilità della coppia e nello specifico:

5 confetti rappresentano la felicità, la ricchezza, la lunga vita, la fertilità e la salute.

3 confetti simboleggiano la coppia e il figlio;

1 confetto simboleggia l’unicità dell’evento.

Secondo il galateo, durante i matrimoni, i confetti devono essere distribuiti dalla sposa con un cucchiaio d’argento mentre lo sposo le porge la coppa in argento che li contiene.
Oggi la confettata è considerata un must! Ma secondo me rimane dominante il suo simbolo di buon auspicio.

Poche regole di allestimento

Se per realizzare la vostra confettata non vi affiderete ad una professionista ma deciderete di allestirla da sole allora tenete presente alcune semplici regole.

  • Il vostro angolo degustazione presenterà confetti di diversi gusti e sarà un momento molto atteso da grandi e bambini sia per la sua bontà che per la scenografia.
  • mantenere lo stile del matrimonio,
  • posizionare un cucchiaio per ogni contenitore,
  • sistemare i coni o i sacchetti con i quali i vostri ospiti possono portar via i confetti,
  • segnare con dei piccoli cartellini i gusti
  • avere cura di includere anche qualche boule con dei confetti gluten free (ormai facilmente reperibili).
  • mettere vasi, ciotole, boule di diverse altezze e che siano accessibile da ogni angolo del tavolo


Generalmente si devono conteggiare circa 100 gr. di confetti per ogni ospite.
E’ consigliabile collocare il tavolo della confettata all’uscita della sala in modo che quando consegnerete la bomboniera gli ospiti potranno anche prendere il loro dolce tesoro.

Il vostro angolo degustazione presenterà confetti di diversi gusti e sarà un momento molto atteso da grandi e bambini sia per la sua bontà che per la scenografia.

Buona confettata a tutte!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *